A spasso per la Francia, Provenza

Amore, ti porto a Èze

eze vista copertina

Ancora in Provenza, scrigno inesauribile e fecondo, stavolta nel dipartimento Alpes-Maritimes. Qui le montagne flirtano con il mare. E non lontano da Nizza, una strada si snoda sul rilievo verso il cielo. In cima alla scarpata rocciosa si annida un villaggio in cui le cose si incastrano in armonia perfetta creando lo scenario di una fiaba romantica: amore, ti porto a Èze, il più bel villaggio arroccato della Provenza.

Una passeggiata nella storia

Èze è un borgo medievale fortificato dalle origini antichissime (fu fortezza celtica poi un oppidum romano). Sorge su uno sperone roccioso, a più di 400 metri di altezza, a strapiombo sulla penisola di Saint-Jean-Cap-Ferrat, regalando in assoluto la vista più bella sulla Costa Azzurra. Per chi viaggia in treno, Èze è raggiungibile da Nizza con il bus di linea 82 o 112 dalle fermate Vauban o Palais des Congrès.

Una porta fortificata del 14° secolo perfettamente conservata funge da ingresso al villaggio. Una volta entrati, passerete da una meraviglia all’altra, come dentro una scenografia perfettamente ricostruita, invece è tutto vero. Piccoli vicoli di pietra, passaggi a volta, piazze ombreggiate, antiche fontane rinfrescanti, i negozietti di artigianato ricavati in vecchie stalle e ovili. Le due torri di guardia all’entrata del villaggio, la postierla e la cannoniera sono classificate come monumenti storici.

fontana antica nel borgo di Eze
Piazza Planet con fontana del 1930

Lo Château d’Eza

Una menzione particolare merita questo luogo storico, oggi trasformato in hotel di lusso, il cui nome è legato alla storia di un principe francofilo, mecenate lungimirante. Nel 1920 Guglielmo di Svezia visitò Èze e sedotto dalla tranquillità del luogo, che si adattava al suo talento di scrittore, vi comprò un gruppo di case. Lo chiamò Eza e la famiglia reale svedese vi soggiornò diverse volte. Guglielmo di Svezia lasciò infine la corte reale per godersi il dolce stile di vita di questo villaggio arroccato della Costa Azzurra.

Il Giardino Esotico

Sulle alture del centro storico, le rovine del castello medievale accolgono il Giardino Esotico che regala una vista eccezionale della Riviera. La vista si estende fino alle montagne dell’Esterel e al golfo di Saint-Tropez. Il Giardino ospita nella sua parte meridionale diverse decine di specie di piante grasse, xerofite provenienti da tutti i continenti. La parte settentrionale ospita piante mediterranee o di regioni umide con grotte e una cascata. Dei percorsi tematici e artistici incoraggiano il visitatore a passeggiare e a immergersi nella storia del luogo. Questo giardino merita davvero qualche ora del vostro tempo, gli scorci da scoprire, gustare e fotografare, sono infiniti!

La fabbrica laboratorio Fragonard

Tutti sanno che la Francia è la patria dei profumi , ma forse alcuni ignorano che fu un’italiana, Caterina de’ Medici, a introdurre questa invenzione, già in uso da tempo in Italia, in terra francese.
Fu inevitabile per Caterina, una volta trasferitasi in Francia, assegnare al suo seguito anche il proprio profumiere di fiducia Renato BiancoIl successo di Bianco tra la nobiltà francese fu clamoroso. I francesi tolsero all’Italia il primato di profumieriPensate che per più di due secoli la creazione dei profumi divenne quasi di loro esclusiva! A Èze potrete carpire alcuni dei segreti della profumeria e cosmesi francese grazie alla presenza della fabbrica laboratorio Fragonard, tra le più note case francesi produttrici di profumi. Le visite sono guidate e gratuite tutto l’anno. Il laboratorio di Èze in particolare rifornisce tutti i negozi Fragonard di creme, latti, lozioni e gel doccia. L’intero processo di produzione si svolge sotto gli occhi dei visitatori e, a seconda del programma di produzione, si può assistere alla realizzazione di una crema o di un gel doccia.
La visita si conclude nella boutique dove sono esposti tutti i prodotti Fragonard: profumi, eau de toilette, saponi, candele, diffusori ma anche cosmetici, gel doccia e cofanetti regalo… insomma un vero paradiso per gli amanti dello shopping!

I sentieri

Dal villaggio, potete andare a piedi fino a Èze sul mare lungo il sentiero Friedrich-Nietzsche (alla fine dell’Avenue du Jardin Exotique). Si dice che fu qui, sotto i pini e gli ulivi, che Nietzsche scrisse l’ultima parte della sua opera “Così parlò Zarathustra”. Nietzsche soggiornò sulla Costa Azzurra a più riprese dal 1883 fino al 1888. Qui infatti affermava di aver ritrovato l’emozione creatrice necessaria alla scrittura: “qui credo al sole come ci crede la pianta”. Èze e i suoi dintorni pullulano di sentieri adatti a escursioni a piedi e trekking, la lista delle 12 migliori escursioni è consultabile qui.

Notti da sogno

E siccome Èze è tra i posti più romantici della costa azzurra, non potevo esimermi dal consigliarvi le migliori location in cui godervi questo luogo magico con la vostra dolce metà. Si tratta di alloggi abbastanza costosi che tuttavia meritano per l’esperienza unica che possono regalare. Primo tra tutti lo Chateau de la chèvre d’or: un 5 stelle lussuoso che offre una vista spettacolare su Saint Jean Cap Ferrat e vanta giardini privati, una piscina all’aperto riscaldata e un centro benessere. Inoltre potrete scegliere tra 4 ristoranti, ognuno dei quali gode di vista panoramica sul mare e serve diversi tipi di cucina. Il già citato Chateau Eza: questo hotel 5 stelle è ospitato all’interno di un castello ristrutturato (antica dimora del Principe Guglielmo di Svezia) e offre camere con vista sul mar Mediterraneo e personalizzate nell’arredamento in stile Luigi XIII. Les Terrasses D’Eze: situato sulle colline di Èze, l’hotel 4 stelle offre, oltre alla magnifica vista panoramica, una piscina a sfioro, un giardino, una terrazza e un ristorante interno. Presenti anche una spa e un centro fitness.

Gli ingredienti ci sono tutti, ora non vi resta che partire e vivere la vostra favola.




You may also like